Anima mia

Inauguro questa rubrica con un Caviardage che mi sta molto a cuore. Non solo perchè ha vinto il primo premio in quello che credo sia il primo concorso dedicato a questo genere in Italia, il Premio Found Poetry  Amarganta. Ma perché è un’opera che riesce a esprimere perfettamente il mio stato d’animo del momento ed è in linea con quel dialogo con la mia anima che sto portando avanti da alcuni mesi. Si può leggere come una invocazione o esortazione: Anima mia, immagina, non pensare! Va anche bene letto cambiando l’ordine delle parole: Immagina, anima mia, non pensare! Anzi questa versatilità di lettura che non modifica la sostanza mi è piaciuta fin dlal’inizio. A dire la verità avevo deciso di non partecipare più al concorso, un po’ perchè credevo scadesse a fine luglio e non me la sentivo in quei giorni di scansionare e inviare, un po’  perché mi sembrava troppo semplice e ho pensato che ci saranno sicuramente dei lavori meravigliosi, dove mi presento? Poi ho deciso di inviarlo perchè l’ho ritenuto un lavoro autentico e perchè comunque l’intento del premio, raccogliere fondi per la ricostruzione di Amatrice è nobile. Non avrei mai pensato di vincere. Ma sono contenta perché chi lo ha scelto ha saputo cogliere l’essenza del mio messaggio e anche perchè dimostra che non è necessario essere artisti per fare dei caviardage. Basta essere un po’ poeti e soprattutto lasciar parlare l’anima. Sono felice e orgogliosa anche perché è stata Tina Festa a selezionare il mio lavoro e questo mi conferma che c’è tra noi una “corrispondenza di amorosi sensi”, un comune sentire che rende più leggero il peso della vita. E a proposito di vita. Ho deciso di prendere questo premio come un segno di svolta, finalmente la ruota inizia a girare a mio favore. Ecco le motivazioni del premio:

Il lavoro colpisce per la sua semplicità e purezza, sia del messaggio che della presentazione.
Il testo che ne scaturisce è un distillato poetico nel quale ogni lettore può rispecchiarsi.
Originale, semplice ma di effetto è la cancellazione con linee verticali.
È evidente che il Metodo Caviardage sia stato rispettato pienamente sia nel processo che nella tecnica utilizzata.

Un metodo che cambia la vita

Il Metodo Caviardage® mi ha cambiato la vita. Scrivevo e scrivo poesie ma grazie al Caviardage e alla Found Poetry ho scoperto di avere la poesia dentro e una incredibile capacità di manovrare le parole scritte. Ancora più importante è stato scoprire che ciascuno di noi può aprire la porta alla poesia.
Negli ultimi anni il Caviardage è stato importantissimo a livello personale e professionale e sono molto orgogliosa di far parte dello staff di Tina Festa e di essere Formatrice nonché referente regionale per i Formatori nel Metodo Caviardage. Vorrei che tutti scoprissero le potenzialità di questo metodo. Se si lasciasse passare la poesia dai pertugi del cuore questo mondo sarebbe meno invivibile.